Comunità Cristiana San Michele Arcangelo

Sant'Angelo di Santa Maria di Sala -VE-

  • Home
  • Attività
  • Gruppo Lettori

Gruppo dei Lettori

L’IDEA DI FONDO

L’idea di organizzare una turnazione dei lettori in parrocchia è nata all’interno del gruppo liturgico del Consiglio Pastorale Parrocchiale (C.P.P.).

Dopo vari incontri e passaparola, il gruppo dei lettori può contare sulla presenza e disponibilità di circa una ventina di persone (catechiste, mamme, papà, suore, giovani impegnati) ed è aperto ad accogliere quanti si sentono portati per espletare tale servizio.

Gli obiettivi principali della turnazione sono quelli di eliminare l’improvvisazione della  proclamazione delle letture in modo che la Comunità cristiana possa ascoltare meglio ed accogliere la Parola di Dio; di formare il lettore ad una consapevolezza sul testo del messaggio che proclama; arrivare ad una formazione liturgica dei lettori.

IL LETTORE NELLA LITURGIA

È molto importante che vi siano lettori diversi per ogni lettura: la varietà dei lettori, i movimenti che essa provoca nel presbiterio, l’eventuale alternarsi di una voce maschile e di una femminile sono elementi che servono a rompere la monotonia e con tribuiscono a suscitare l’attenzione nell’assemblea.

Chi sono i lettori? Il lettore deve anzitutto investirsi della sua funzione, deve prendere coscienza che l’impegno di leggere la Parola di Dio non può esaurirsi ad un semplice atto da compiersi, ma deve diventare un vero e proprio ministero, coinvolgente l’intera vita di chi lo compie. Il lettore, pertanto, non può occuparsi della Parola di Dio solo quando si accinge a leggerla, ma deve “porsi in ascolto” ben prima, deve fare (come ogni cristiano dovrebbe) della Parola di Dio il nutrimento della propria vita. Il lettore è l’altoparlante di Dio, il suo inviato affinché la sua Parola, diventata Scrittura, ridiventi Parola oggi; è il servitore dell’Alleanza tra Dio ed il suo popolo, che si manifesta nel continuo dialogo testimoniato dalla Scrittura; è colui che fa sì che Dio parli al suo popolo, riunito per ascoltarlo.

Alcune info utili e suggerimenti:

Il luogo della proclamazione della Parola di Dio è detto ambone. Prima di salirvi, è conveniente fare una riverenza all’altare, sede dell’azione liturgica della Messa. Non va letto “prima lettura” ma subito la fonte della lettura, es: “Dalla lettera agli Ebrei”.

Inoltre, per il salmo responsoriale bisogna fare attenzione a non dire: “Diciamo insieme”, ma leggere subito il ritornello che, se necessario (a motivo della lunghezza dello stesso o per scarsezza dei fedeli presenti a Messa) dovrà essere ripetuto al termine di ogni versetto (ma con tono diverso rispetto alla lettura).

Nello scendere dall’ambone, rifare la dovuta riverenza all’altare.

Le letture vanno proclamate dal libro lezionario, scandendo bene le parole, seguendo gli accenti riportati nel testo, leggendo quindi adagio dopo aver capito il senso che il testo vuole dare. Appena letto il testo, aspettare qualche momento prima di dire: "Parola di Dio".

logo